martedì 1 luglio 2008

Donne imprenditrici: chi fa da se fa per tre!

Ogni anno cresce il numero di donne imprenditrici, giovani e intraprendenti che sempre più spesso trovano nel lavoro autonomo la possibilità di compaginare l’attività professionale con la vita privata. Nannarella, proprio per sottolineare l’importanza dell'imprenditoria femminile, ha incontrato due signore che, da anni ormai, gestiscono un’attività in proprio. Sono Esther Rodriguez, madrilena, proprietaria dell’azienda Internship Spain, e Jill Arcaro, americana di nascita, madrilena di adozione, ormai da 30 anni in Europa, direttrice dell’agenzia BEST Programs. Le abbiamo incontrate fuori Madrid, all’ombra di un grosso ombrellone, sotto il quale si sono raccontate volentieri, orgogliose ed entusiaste come il primo giorno, e ci hanno parlato del loro lavoro e dei loro progetti.

Esther, direttrice di Marketing di Interway fino al 1995, azienda tra le più importanti del paese nell’organizzare vacanze studio per giovani, e meno giovani, spagnoli, decise di mettersi in proprio dedicandosi all'accoglienza di alunni stranieri, in Spagna per migliorare la lingua. “L’attività all’inizio non funzionava come avrei voluto – ci racconta – non avevo clienti, nessuno mi conosceva e non avevo un’infrastruttura alle spalle, ma un giorno, grazie a uno dei mille annunci con cui tappezzai la città, ricevetti una chiamata. Mi proposero di accogliere studenti universitari, un targhet differente da quello che mi prefissai inizialmente, e di cercar loro dei tirocini. Quella di offrire stages a studenti mi sembrava una bizzarria – continua – non ne avevo mai sentito parlare, ma in questo modo avrei avuto dei clienti, i primi, e quindi mi dissi: perché no? E provai. Spesso con agenda telefonica e pagine gialle alla mano.”  Esther, grazie alla sua capacità di adattamento e alla sua flessibilità, a poco a poco iniziò ad affermarsi, crescere  e collaborare con grandi aziende tra le quali Ikea, Iveco, Carrefour ed altre compagnie spagnole di rilievo che accettarono i ragazzi attentamente selezionati. Ma l'attività era in evoluzione e durante un viaggio in Germania Esther ebbe una nuova intuizione. Facilitare l’alloggio agli studenti che giungevano in Spagna provenienti dagli Stati Uniti, Francia e Germania sarebbe stato il nuovo punto forte della sua attività. L’American University divenne una sua cliente fissa e gli studenti non avrebbero avuto alcun problema con l’alloggio grazie al nuovo servizio offerto, assolutamente innovativo a Madrid. “L’offerta di camere in appartamenti condivisi – ci spiega Esther –fu un vero boom durato dal 2000 al 2006. Ora il mercato ha iniziato a cambiare, molti alunni con internet trovano ciò che vogliono senza bisogno di intermediari quindi il mio lavoro da questo punto di vista si è fermato, ma all'inizio ero l'unica e ricevevo decine di tirocinanti e studenti alla settimana. Il mercato è di nuovo in movimento quindi devo fare lo stesso dando il via ad un nuovo progetto, innovativo e più attuale rispetto all'offerta d'alloggio. Molto deve ancora essere definito, ma sono sicura che questa nuova opportunità che ho per le mani sarà un'ottima arma contro l’attuale crisi”.  E lo sarà sicuramente visto che da più di dieci anni questa donna imprenditrice, tra alti e bassi, riesce ad adattarsi alla richiesta del mercato offrendo il prodotto più in voga al momento.

L’altra intervistata è Jill Arcaro, anch’essa a capo di un'attività da lei creata, la quale iniziando con l’insegnamento dell’inglese sviluppò, dalla sua passione per l'educazione, BEST Programs: un’agenzia organizzatrice di soggiorni formativi che mira in modo particolare agli studenti americani – e non solo - i quali non sapendo la lingua spagnola scelgono un modo più comodo e sicuro per soggiornare all'estero. I tirocini che Jill offre ai suoi studenti sono scelti in prima persona. L’esperienza, di soggiorno e stage che offre ai ragazzi, sarebbe impensabile per un giovane che non conosce la lingua e vuole impararla attivamente in un’azienda estera. In definitiva, un modo per rompere il ghiaccio e avere la certezza di giungere in Spagna con un punto d’appoggio e una sicurezza. Anche Jill nel corso degli anni è stata capace di adattarsi agli eventi, ampliando le offerte al mutare delle richieste. Ha saputo aprirsi all'universo di internet e rendere la sua pagina web molto popolare grazie all’abilità acquisita  nel marketing on-line e nella gestione delle piattaforme multimediali, senza dubbio il metodo migliore per poter raggiungere il pubblico giovanile statunitense. La sua web infatti è tradotta in varie lingue compreso il giapponese e il russo, al suo interno è possibile leggere le opinioni di altri studenti e vedere addirittura video in cui i tirocinanti si raccontano prima e dopo la loro esperienza.

Dotate di grade capacità d’adattamento e d’apprendimento, ovviamente d’intuizione e anche di un pizzico d’intraprendenza Esther e Jill ci hanno spiegato che per essere imprenditrici di se stesse bisogna saper mutare e avere una grande capacità d’autogestione. Mentre lo raccontano, sotto un ombrellone, al fresco e con una bibita ghiacciata in mano non posso che credere alle loro parole e far loro i miei più sentiti complimenti per il successo ottenuto. 

4 commenti:

prime ha detto...

Un complimento a La Rampante, proseguite cosi, siete molto frizzanti.

Se volete facciamo uno scambio link, fateci sapere un abbraccio.

:-)

La Rampante ha detto...

Non posso che ringraziarti per questo magnifico complimento! :-))) E dirti di tornare spesso dalle nostre parti. Io adesso vengo un po' da te a sbirciare ;-) Ahhh mi raccomando mandaci una e-mail con il tuo post preferito per partecipare all'estrazione.Ciao a presto Roby

La Rampante ha detto...

Dimenticavo, noi siamo felicissime di fare scambio di link ;-) Ti aggiungiamo subito!

prime ha detto...

Molte Grazie la rampante, sei gentile.

Ti aggiungeremo nel weekend.

Facciamo anche segnalazione ai nostri partner di aggiungerti nel sito:

http://www.flessibilieprecari.org

Nella lista delle Menti Flessibili, se vuoi puoi aggiungere anche questo altro link.

:-)

Un saluto a presto